Diverse autostrade collegano il lago con le principali città e con la costa ligure: l’A8 (Milano-Laghi), l’A4 (Milano-Torino) e l’A26 verso la Riviera ligure.

DAL SEMPIONE
Domodossola, Gravellona Toce, Pettenasco

DAL SAN GOTTARDO
Locarno (CH), Verbania, Gravellona Toce, Omegna, Pettenasco

DA MILANO
Autostrada A26 uscita Arona, Borgomanero, Pettenasco

DA GENOVA
Autostrada A26 uscita Borgomanero, Gozzano, Pettenasco

DA COMO E LUGANO
Autostrada A9, autostrada A26 uscita Arona, Borgomanero, Pettenasco

IN TRENO
la stazione ferroviaria di Pettenasco, a soli 800m dalla dimora, si raggiunge da Milano o Torino, con cambio a Novara

In alternativa al noleggio auto, i transfer privati da e per tutti i principali aeroporti di Milano (Malpensa, Linate oppure Bergamo Orio al Serio) possono essere organizzati al momento della prenotazione o rivolgendosi alla Reception.

IL BORGO MEDIEVALE DI ORTA

Immagina la quiete del borgo di Orta e l’unicità del contesto, questo lo rende il luogo ideale per la tua prossima gita fuori porta all’insegna di relax e benessere.

Immerso nella natura, tra il lago e le Alpi, il piccolo centro di Orta San Giulio, uno dei 100 borghi più belli d’Italia, è raggiungibile sia in macchina che con il battello di linea.

In ogni periodo dell’anno la romantica Orta San Giulio dona paesaggi dai colori ammalianti: il Sacro Monte e l’Isola di San Giulio, le mete più rinomate, valorizzano un paesaggio dove ogni dettaglio è carico di un’atmosfera suggestiva ed esclusiva.

Se cerchi magiche leggende e misteriose storie sei nel posto perfetto perché esse avvolgono l’Isola di San Giulio, unica isola del lago d’Orta.

Nell’ottocentesco Palazzo dei Vescovi ha sede l’Abbazia Benedettina femminile di Clausura Mater Ecclesiae. L’insediamento monastico, di sole sei monache, risale al 1973. Nell’abbazia attualmente vivono circa ottanta monache benedettine che conservano e tengono viva la tradizione, donando ai visitatori un’energia mistica.

In un lontano passato si narra di un luogo infestato da draghi, serpi e mostri marini e colpito da violente tempeste: questa l’isola che secondo la leggenda, alla fine del IV secolo accoglie il Santo, che costruisce una chiesa per liberarla dal male del paganesimo. Navigando sul suo mantello, San Giulio affronta le bestie che abitano le acque del lago per approdare sull’isola dove fa sorgere la sua centesima ed ultima chiesa.

Passeggiare sull’isola oggi regala alla vista uno scenario incantato: il lago e le montagne circostanti offrono un vero e proprio dipinto a cielo aperto.

Nel corso dei secoli la chiesa di San Giulio ha subìto continui ampliamenti sotto varie influenze architettoniche.

Oltre alla basilica, sull’isola è presente un percorso pedonale, la Via del Silenzio, adornata di aforismi sul silenzio e sulla meditazione che la rendono il luogo ideale per una pausa contemplativa.

ISOLA DI SAN GIULIO

SACRO MONTE

Gioiello dell’UNESCO a Orta San Giulio.

Dedicato a San Francesco d’Assisi, il Sacro Monte di Orta San Giulio è un santuario che si erge sulla sommità di una collinetta: una posizione eletta da cui si ammira il panorama spettacolare dell’isola di San Giulio, del lago e delle montagne.

Riconosciuto come Patrimonio Naturale dell’Unesco, il Sacro Monte emana un’aura di preghiera, raccoglimento e spiritualità.

Propone un viaggio devozionale dedicato a San Francesco d’Assisi: un percorso di 20 cappelle affrescate, adornate con statue di terracotta a grandezza naturale che rappresentano gli episodi più significativi della vita del Santo.