Soggiorno-sul-lago-d-orta-pacchetti-benessere

QUALE PACCHETTO SCEGLI PER IL TUO SOGGIORNO SUL LAGO D'ORTA?

Dimmi che esperienza scegli e ti dirò chi sei: tra tutti i nostri pacchetti oggi te ne presentiamo 3, pensati per rendere il tuo soggiorno sul lago d’Orta personalizzato e indimenticabile.

Per i più impegnati


1 notte, 2 persone

Potresti far parte del gruppo degli “impegnati”, persone che hanno poco tempo e sono quasi sempre immerse nella loro quotidianità. Anche tu meriti una pausa, un momento da dedicare al benessere di corpo e mente.

Abbiamo pensato a “Escape the routine”: una vera e propria fuga di 1 notte, un soggiorno sul lago d’Orta in uno dei nostri meravigliosi appartamenti e un viaggio rilassante nella nostra Longevity Suite. Prova l’esperienza adrenalinica della Criosauna, una cabina che può raggiungere i -95°. Ogni sessione ha una durata massima di 5 minuti, sufficiente ad aumentare i livelli di energia e a migliorare l’elasticità della pelle.

E per terminare il tuo percorso di benessere, scegli un massaggio olistico tra Full body relax, Deep tissue e Detox corpo. 50 minuti per trasformare in un lontano ricordo tutto lo stress e le tensioni accumulate.

Quanto può essere sfidante portare a termine gli obiettivi della giornata per chi vive l’insonnia come stato permanente? Se ti riconosci in questa descrizione, Laqua by the Lake ha pensato ad un pacchetto per restituirti l’armonia del sonno, lo “Sleep Better”. Concediti un soggiorno sul lago d’Orta e 3 notti nei nostri romantici appartamenti.

Il loro design, elegante e geometrico, e la vista del paesaggio sapranno restituirti l’armonia e il rilassamento mentale di cui hai bisogno. Ma il programma non finisce qui. Avrai a disposizione ben 3 sedute di Criosauna, che tra i suoi benefici annovera il miglioramento della qualità del sonno.

La nostra Wellness Suite ti accoglierà anche per farti conoscere il tocco magico del massaggio olistico Deep Infinity Touch, capace di ristabilire l’equilibrio endocrino. Il viaggio verso sonni più profondi si conclude con 3 trattamenti multisensoriali e de-stress.

Per chi ha il sonno leggero 


3 notti, 2 persone

Per gli sportivi


7 notti, 2 persone

Forse desideri rilassarti, ma al tempo stesso senti il bisogno di allenare il tuo corpo rendendolo tonico e muscoloso. Trasforma il tuo soggiorno sul lago d’Orta in una vera e propria sfida di 8 giorni con il pacchetto “Intensive Naturally Slim”.

Oltre a 6 sessioni di Criosauna, che possono bruciare fino a 600 Kcal l’una, potrai rimodellare la silhouette e minimizzare la cellulite con i trattamenti di Cryodraining. Sempre per tonificare il corpo e migliorare gli inestetismi, potrai sperimentare i nostri massaggi rimodellanti e quelli connettivali, per un recupero fisico rapido adatto a tutti gli sportivi.

Il viaggio alla ricerca della tua forma fisica migliore potrà essere arricchito con kit tea detox e kit specifici per la skincare quotidiana.

Ascolta il tuo corpo
e regalagli la miglior
esperienza rilassante


L-infanzia-di-antonino-cannavacciuolo

LA CASA D'INFANZIA DI ANTONINO CANNAVACCIUOLO: RICORDI E LEGAMI

La casa d’infanzia di uno Chef stellato diventa un resort di lusso nella campagna sorrentina: questa è la storia del nostro Laqua Countryside.

Viaggio a ritroso 


C’è un bambino seduto in terrazza, è domenica mattina. Il primo sole di aprile gli scalda la pelle. Nonna è ai fornelli, il profumo del ragù aleggia nell’aria. Quatto quatto Antonino si avvicina alla cucina, ruba un pezzetto di pane e lo affonda nel ragù. Se l’avessero scoperto… Assapora l’amore di sua nonna, la freschezza dei prodotti che lei ha adagiato in pentola, e tutta la pazienza che la cucina richiede.

Oggi vediamo un Antonino non più bambino, la voce della nonna è un dolce ricordo, ma la casa nel cuore di Ticciano ha la stessa anima. Anche se ora è un elegante resort per chiunque desideri trovare pace nella Natura.

È nato così il nostro Laqua Countryside, un tempo casa d’infanzia di Antonino Cannavacciuolo. Oggi è un luogo da favola, con 6 lussuose camere, il ristorante 1 stella Michelin e uno sconfinato orto a sugellare l’unione con l’ecosostenibilità ambientale. Grande orgoglio per lo Chef, riportare al suo antico splendore la dimora da cui erano partiti i suoi sogni: un futuro che forse era già scritto nel delizioso ragù di nonna.

Quelle stesse stanze che hanno ospitato l’infanzia di Antonino Cannavacciuolo, oggi sono eleganti camere per gli ospiti del resort. Ognuna racconta una storia, quella dei personaggi che in passato hanno segnato il loro passaggio nella casa padronale.

“La stanza della Nonna”, con il suo bagno in marmo “rosa pesco di Asiago”, profuma di ricordi e lavanda. “La stanza del tuttofare”, invece, nasconde qua e là riproduzioni di oggetti che l’uomo era solito utilizzare per prendersi cura della casa. Dallo stile più dinamico “La stanza dello zio matto”, che esibiva con orgoglio tutti i cimeli che conservava.

“La stanza del curato”, con il bagno in marmo “Calacatta Statuario Rosato” e i bicchieri in cristallo, rappresenta tutta l’austerità e la classe del personaggio che ospitò. Molto più familiare “La stanza di Annarella”, con i suoi toni blu marino e la vecchia macchina da scrivere Olivetti. Intima e moderna, nel punto più alto del resort, “La stanza di Marina”, sempre con una sigaretta sottile tra le dita.

6 camere si raccontano 


Crediti foto: Francesca Pagliai

Le particolarità di Laqua Countryside 


Laqua Countryside non racconta solo l’infanzia di Antonino Cannavacciuolo e il passato di tanti personaggi, ma anche un presente fatto di passioni. L’intera struttura richiama il legame con il territorio e la tradizione, a partire dai materiali.

I muri sono realizzati con pietre calcaree, raccolte dalla pulizia del terreno secondo le antiche tradizioni contadine campane. Anche la pavimentazione interna abbraccia la tradizione, stavolta dell’antica Roma, poiché realizzata con la tecnica del cocciopesto. A dare un tocco ancora più familiare, le sculture realizzate da Andrea Cannavacciuolo, padre dello Chef. Una collezione ricchissima, che può essere ammirata nello scalone principale.

Il nostro resort a Ticciano è una rete infinita di storie che si intrecciano: quelle di famiglia, quelle del territorio circostante, e anche quelle degli ospiti che ogni giorno rendono più ricco di ricordi questo magico luogo nella penisola sorrentina.

Prestate attenzione ai ricordi che
create della vostra realtà: potrebbero
essere lo specchio dei vostri successi.


Cosa-fare-vicino-a-pisa-in-un-giorno

COSA FARE VICINO A PISA IN UN GIORNO

Sarebbe impossibile visitare tutta la Toscana in un solo giorno. Creiamo per te il tour perfetto, per farti respirare la bellezza di questa regione anche in poche ore.

Da Terricciola ai lungarni di Pisa 


Ore 10.00

Tra le cose da fare vicino a Pisa in un giorno, ti consigliamo innanzitutto di venire a trovarci a Laqua Vineyard. Il nostro nuovo resort si trova a Terricciola, ed è il punto di partenza perfetto per immergersi nell’atmosfera della campagna toscana. Paesaggi color pastello e poetici vigneti saranno la prima cosa che ammirerai dalle finestre del tuo elegante appartamento.

Intorno a te, alla scoperta del borgo di Casanova, antichi casali in pietra e aziende vitivinicole che raccontano una storia tutta italiana. Come già detto, però, Laqua Vineyard è il punto di partenza, nonché la meta del tuo ritorno: a metà strada c’è un viaggio verso Pisa.

In meno di un’ora potrai camminare lungo il fiume Arno, ammirare la torre pendente più famosa al mondo e visitare la Chiesa di Santa Maria della Spina. Il patrimonio artistico della città saprà incantarti, lasciandoti un ricordo indelebile di questo viaggio.

Le cose da fare vicino a Pisa in un giorno non sono di certo finite. Una volta tornato a Terricciola, ti aspetta un pomeriggio dal sapore un po’ toscano, un po’ piemontese. A sugellare l’incontro tra le due regioni, la degustazione di vini nella nostra vicina di casa, La Spinetta.

Se l’hai scelta tra i nostri servizi aggiuntivi, saremo noi a organizzare nei minimi dettagli quest’incontro enogastronomico. Il tour si presenterà come un’immersione nella storia e nella filosofia della cantina, a cui seguirà l’assaggio di 3 vini piemontesi e di 3 vini toscani.

Non mancheranno i prodotti locali come olio, formaggio e salumi, per coccolare il palato e imbrigliare tra i ricordi il gusto dell’Italia più autentica.

Degustazione vini a pochi passi da te 


Ore 16.00

Un'ultima coccola nel nostro resort 


Ore 18.00

Dopo essere tornato a Laqua Vineyard, non sarà più necessario spostarsi per regalarsi altre emozionanti esperienze. Ti basterà raggiungere la nostra Wellness Suite e rigenerare corpo e mente con i nostri trattamenti. Potrai scegliere un classico massaggio rilassante total body, oppure un trattamento corpo con olio di vinaccioli prodotto nei vigneti toscani.

Se desideri prenderti cura della tua pelle, invece, il massaggio viso Kobido di origine giapponese ti aiuterà a tonificarla e a riattivare la microcircolazione. Il massaggio hawaiano Lomi Lomi Nui ti riconnetterà alla tua parte più spirituale, e il trattamento effetto lifting conserverà la tua giovinezza. Esiste un trattamento specifico per ogni esigenza, una coccola per ogni ospite.

E verso sera anche lo stomaco avrà bisogno di un trattamento speciale, che sapremo offrirti nel nostro ristorante firmato Antonino Cannavacciuolo. Un’ultima esperienza gourmet di altissimo livello prima di tornare nel proprio appartamento e addormentarsi con il canto delle cicale e il pensiero di tutte le emozioni vissute durante il giorno.

Non esiste
alcun limite di tempo
all’emozione.

Crediti foto di copertina: Francesca Pagliai


Laqua-by-the-lake-appartamenti

UNA CASA SUL LAGO D'ORTA: IL RESORT LAQUA BY THE LAKE

18 appartamenti da cui ammirare lo specchio d’acqua più romantico del Piemonte. Laqua by the Lake è la casa sul lago d’Orta che stavi cercando per una pausa nel silenzio.

Il tuo appartamento in riva al lago


Quando progetti un resort sul lago d’Orta, la prima domanda che ti poni è: “Come posso far immergere i miei ospiti nell’atmosfera romantica del luogo?”. Sai che non basterebbero delle semplici camere vista lago, ma che servirebbe un’esperienza più familiare e coinvolgente.

Da quest’idea nascono i 18 appartamenti del nostro Laqua by the Lake, con area living, cucina e bagno privati. Qualsiasi tipo di appartamento tu scelga, ti sembrerà di vivere la tua vita in una casa sul lago d’Orta. Una casa in cui svegliarsi presto la mattina solo per scostare le tende della propria suite e trovarsi di fronte allo spettacolo del paesaggio.

C’è chi preferisce l’intimità del giardino privato di alcuni dei nostri bilocali, e chi il comfort degli spaziosi trilocali vista lago. Potrai sentirti sempre come a casa.

La nostra casa sul lago d’Orta non offre solo bilocali, trilocali e suite con area living. Laqua by the Lake riserva anche delle sorprese, e si trovano nel punto più alto della struttura: due attici con vista mozzafiato, immense terrazze e idromassaggio all’aperto.

Chi sceglie un attico sceglie un sogno ad occhi aperti, da impreziosire con romantiche idee, come la vasca da bagno coperta di petali di rose e calici di champagne da condividere con la persona amata.

Il luogo perfetto per ammirare le stelle e le luci delle città che si specchiano nel lago d’Orta durante la notte.

Due attici a Laqua by the Lake


Un nuovo menu firmato Cannavacciuolo e Bertone


Ci sono ospiti che preferiscono replicare la propria quotidianità cucinando in appartamento, nel massimo del comfort, e chi sceglie di farsi coccolare nel nostro Bistrot. Un ristorante all’interno del resort, direttamente affacciato sul lago d’Orta, dove l’Executive Chef Gianni Bertone guida la sua brigata.

I piatti, che portano la firma dello Chef Cannavacciuolo, omaggiano la freschezza dei prodotti locali e l’amore per la perfezione dei dettagli. E per questo inizio agosto è già nato un nuovissimo menu, che unisce i sapori di terra e acqua in una vastissima scelta di deliziose scoperte.

Tra gli antipasti, la deliziosa “Tartare di Fassona, burrata, nocciola e acciughe”, per poi passare agli “Gnocchi di patate alla carbonara di mare” come primo. Il “Filetto di manzo, yogurt e friggitelli” è una scelta strepitosa come secondo piatto, seguito da “Cocco, lime e menta” per chiudere in bellezza.

Ogni casa è speciale.
Ma una casa sul lago è il rifugio
dei sognatori.

Crediti foto: Beatrice Pilotto


Laqua-countryside-resort-ecosostenibile

UN RESORT ECOSOSTENIBILE: LAQUA COUNTRYSIDE RAPPRESENTA L'ITALIA PIÙ GREEN

Con il suo orto, un nuovo menu vegetariano e tante soluzioni green, Laqua Countryside si presenta come resort ecosostenibile nel cuore della penisola Sorrentina.

Come Laqua Countryside aiuta il Pianeta


Il nostro resort a Ticciano, nella penisola sorrentina, sorge nella casa d’infanzia dello Chef Antonino Cannavacciuolo. L’amore per il territorio e la freschezza dei prodotti ha dato vita ad un progetto di ecosostenibilità che mira alla salvaguardia ambientale.

Innanzitutto, Laqua Countryside vanta un orto privato di oltre 1.000 mq, dove si coltivano molti degli ortaggi utilizzati nei piatti del menu. Per la sua irrigazione viene impiegata esclusivamente l’acqua piovana, per abbattere ogni spreco idrico. Il riscaldamento degli ambienti del nostro resort ecosostenibile sfrutta un sistema di pompe di calore, oltre a un cappotto termico per minimizzare la dispersione energetica.

I materiali stessi abbracciano la filosofia del recupero e del riutilizzo, poiché provengono in gran parte dalla costruzione originale precedente alla ristrutturazione. Un progetto edile che abbraccia sin dalle fondamenta il rispetto per il Pianeta e le sue risorse.

Cosa sarebbe un resort ecosostenibile senza un menu degustazione vegetariano dedicato? Piatti gourmet che portano con sé l’eccellenza di 1 stella Michelin e la freschezza di prodotti a km 0.

Il menu di Laqua Countryside dedicato a chi ama la cucina vegetariana è il “Carpe Diem”, un trionfo di ingredienti coltivati nell’orto con amore. E così, insieme al “sedano rapa con nocciola e limone”, gli ospiti potranno assaporare la “bresaola di barbabietola, frutti rossi e cipolla rossa. Immancabile, anche “cipolla, vermouth e miso, un secondo dal sapore deciso che racchiude tutto il buono della Natura.

Un’esperienza culinaria che potrai vivere anche nella parte esterna del ristorante, da cui ammirare uno scorcio di quello stesso orto che ha dato vita ai piatti gourmet del menu.

Ecosostenibilità gourmet


Dall’orto alla cucina con lo Chef


La bellezza di Laqua Countryside è un insieme di elementi dal fascino indiscutibile: Ticciano e la sua splendida posizione nella penisola Sorrentina, le 6 camere dal sapore familiare, la totale immersione nella Natura più incontaminata. Ed è proprio quest’ultima la protagonista della nuova esperienza dedicata agli amanti della cucina.

Si parte con un tour nello sconfinato orto, dove potrai percepire tutta la dedizione con la quale viene coltivato. Si prosegue poi in cucina, dove l’executive Chef Nicola Somma realizzerà una ricetta con gli ingredienti appena raccolti, mostrandoti tutti i suoi segreti di cuoco stellato. Assisterai ad ogni fase della preparazione del piatto, che potrai gustare alla fine di quest’avventura dall’orto alla cucina.

Porterai con te il grembiule realizzato a mano, il certificato simbolico di partecipazione firmato dallo Chef Cannavacciuolo e il ricordo di una mattinata indimenticabile.

Riscopri il territorio
e tutto il bello
della Natura più incontaminata

Crediti foto: Francesca Pagliai


Cosa-fare-sul-lago-d-orta-in-3-giorni

COSA FARE SUL LAGO D'ORTA IN 3 GIORNI

Laqua by the Lake, nel cuore di Pettenasco, è il luogo perfetto se non sai cosa fare sul lago d’Orta:
3 giorni di puro romanticismo, adrenalina e benessere.

La nostra SPA sul lago d'Orta


giorno 1

Tra i consigli su cosa fare sul lago d’Orta in 3 giorni, non poteva mancare un’esperienza nella nostra SPA firmata “The Longevity Suite”. Intima e rilassante, un luogo dove ogni fonte di stress viene dolcemente accompagnata all’uscita.

La tua mattinata può iniziare con una rigenerante seduta in criosauna. Di cosa stiamo parlando? È un trattamento total body che dura dai 3 ai 5 minuti, in una cabina a raffreddamento elettrico che tocca temperature tra i -85° e i -95°C. Tra i suoi molteplici benefici figurano l’aumento di energia, il miglioramento di sonno e umore e fino a 600 kcal in meno per sessione.

La ricerca di benessere e relax prosegue con i nostri massaggi olistici, una vera coccola per tutto il corpo. E anche la tua pelle, che merita di apparire giovane e tonica, incontrerà i nostri trattamenti di bellezza anti-age, completamente personalizzabili.

Cosa fare sul lago d’Orta in 3 giorni se sei in dolce compagnia? Abbiamo la risposta anche a questo, grazie alle esperienze romantiche aggiuntive con cui poter impreziosire il tuo soggiorno a Laqua by the Lake.

Dopo una giornata all’insegna del benessere e della bellezza esteriore, il secondo giorno può iniziare con una ricca ed esclusiva colazione sul pontile, di fronte allo spettacolare specchio d’acqua. A seguire, puoi sorprendere la tua metà con un bagno in terrazza, in una doppia vasca idromassaggio coperta di profumatissimi petali di rose, accompagnato da una bottiglia di Champagne e dalla vista spettacolare del lago d’Orta.

Per chiudere in bellezza il pomeriggio, un aperitivo gourmet in riva al lago. Sfiziosi finger food, direttamente dalla cucina del nostro Bistrot, serviti in un intimo gazebo privato.

Fuga romantica dalla città


giorno 2

Adrenalina sul lago d'Orta


giorno 3

Il tuo terzo giorno sul lago d’Orta può prendere una direzione più adrenalinica. Le attività che potrai aggiungere al tuo soggiorno a Laqua by the Lake sono tutte pensate per regalarti un ricordo scenografico ed emozionante.

Immancabile, l’esperienza sul nostro Lampuga air jetboard, una tavola da surf completamente elettrica che può raggiungere i 50 km/h. Sfreccia sullo specchio d’acqua e assapora la sensazione di libertà, e non solo sul jetboard. Potrai praticare anche sci nautico, wakeboarding e wakesurfing, ma se preferisci goderti il paesaggio senza elevate velocità, ti consigliamo un giro sul nostro sup.

Non mancano poi escursioni alla scoperta del territorio, percorsi hiking e tratti da percorrere in e-bike, per un’esperienza totalmente ecosostenibile. Vera protagonista di queste attività è la Natura, la cui bellezza farà da cornice ai tuoi ricordi più emozionanti di questa giornata.

Ora che sai cosa fare sul lago d'Orta in 3 giorni, non ti resta che raggiungerci.


Laqua-Vineyard-resort-di-lusso-Toscana

LAQUA VINEYARD: APRE IN TOSCANA IL NUOVO RESORT DI LUSSO FIRMATO CANNAVACCIUOLO

Un casale immerso tra i vigneti, un antico borgo di origine etrusca
e 6 appartamenti che raccontano la storia degli Dèi dell’Olimpo.
Laqua Vineyard è l’ultimo arrivato di Laqua Resorts, la nostra Collection di lusso,
e si trova in Toscana, a pochi km da Pisa.


Un nuovo resort di lusso in Toscana
 

Lo Chef Antonino Cannavacciuolo e sua moglie Cinzia Primatesta hanno inaugurato la loro Collection di resort nel 2021, con 3 strutture dal design elegantissimo ma al contempo familiare. A distanza di un solo anno è nato Laqua Vineyard, il quarto resort di lusso della nostra collezione, in Toscana, tra i vigneti di Terricciola, una città a pochi km da Pisa.

Se osserviamo più da vicino, lo storico casale che ospita il nostro resort si trova a Casanova delle Spinette, un antico borgo toscano. L’atmosfera è quella di un ritorno alle origini, lontano dai suoni cittadini. Una vacanza che ti fa immergere nella Natura e riavvicinare ai prodotti più freschi e genuini della Terra. Gli ospiti potranno sentirsi come a casa rifugiandosi in uno dei 6 appartamenti che portano i nomi degli Dèi greci, per un soggiorno dalle tinte mitologiche. 

 

Tutte le facce di Laqua Vineyard

 

Laqua-Vineyard-terricciola
Foto di Francesca Pagliai


Il nostro Laqua Vineyard non è solo un resort di lusso in Toscana, con il suo arredamento elegante e l’incantevole vista panoramica sulla campagna. Innanzitutto, è un luogo di riconnessione con sé stessi e il territorio. È il connubio tra il sapore del buon vino e quello della cucina gourmet di Antonino Cannavacciuolo, che trova la sua massima espressione nel Ristorante Cannavacciuolo Vineyard, proprio all’interno del resort.

È il momento di relax che ognuno meriterebbe, con l’area benessere dedicata. Una coccola rigenerante, un resort, a pochi km da Pisa, dove coppie e famiglie possono riscoprire un angolo d’Italia. Con l'idea di far sentire gli ospiti come a casa, abbiamo progettato ogni appartamento con una propria area living, cucina privata e accoglienti camere affacciate sui vigneti toscani.


Laqua Vineyard tra campi di lavanda, girasoli e vigneti

 

Campo-di-lavanda-Toscana


Laqua Vineyard è un resort totalmente immerso nella Natura incontaminata, e racconta l’Italia più vera e più nascosta. Un gioiello da scoprire, così come il borgo di Casanova, il paese di Terricciola e le bellezze paesaggistiche toscane. Nei mesi estivi è possibile ammirare gli immensi campi di lavanda e di girasole attraverso tour in bicicletta, oppure in macchina o in moto.
Uno spettacolo di meravigliosi colori. 

Anche i vigneti e le cantine sparsi per il territorio regalano una parte di storia della regione. E a proposito di cantine, nel ristorante di Laqua Vineyard potrete fare la conoscenza di “La Spinetta”, azienda vitivinicola di Terricciola con cui il nostro resort di lusso in Toscana ha già stretto un sodalizio enogastronomico.


Immergiti in una storia

d’amore tutta italiana

 


I BORGHI PIÙ BELLI DA VISITARE NELLA PENISOLA SORRENTINA

I MIGLIORI BORGHI NEI DINTORNI DI SORRENTO

POSITANO: MONDANA, CHIC, COLORATA

Positano, la città verticale, si trova a soli 20 minuti da Sorrento ed è il primo borgo che si incontra percorrendo la statale 163 della costiera. Arroccata sul mare con le sue casette colorate, Positano è un paesino delizioso che si esplora a piedi lungo scalinate e stradine, perfetto da visitare tutto l’anno per relax, shopping, sapori e cultura.

Frizzante, mondana e colorata, Positano offre spiagge da sogno, panorami mozzafiato, shopping esclusivo e dintorni tutti da scoprire.
Dove fare il bagno e prendere un po’ di tintarella, e magari un aperitivo? Sicuramente alla Spiaggia Grande, che si estende per 300 metri di lunghezza ai piedi del borgo arroccato, o alla spiaggia del Fornillo, più riparata e raccolta, protetta come 500 anni fa dalle torri d’avvistamento contro i pirati che venivano dal mare.
Positano dal mare poi è bellissima: un servizio di barche taxi parte dalla Spiaggia Grande alla scoperta di baie e calette nascoste. Da non perdere quella del Cavone.

Infine, come resistere allo shopping? Positano è famosa in tutto il mondo per i suoi sandali artigianali in pelle e per i colorati caftani, simbolo dagli anni 60 della “Moda Positano”. La storia e la cultura di questo suggestivo borgo sono poi custodite nel Museo Archeologico Romano, ospitato in un sito di epoca romana, sotto l’Oratorio della Chiesa di SS. Maria Assunta.

Positano panorama

VICO EQUENSE: STORIA ED ECCELLENZE GASTRONOMICHE

A due passi da Sorrento, Vico Equense è il comune più esteso della penisola Sorrento e una delle mete più belle della costiera in un intreccio unico tra i Monti Lattari e il blu del mare, davanti a uno dei panorami più belli del mondo.
Il paesaggio è da cartolina: un centro storico su di un costone di roccia a strapiombo sul mare, dominato dalla facciata rosa della Chiesa di Santa Maria Annunziata.

Vico Equense è la meta perfetta in particolare per chi ama soprattutto mare, tradizioni, storia, cultura, ed eccellenze gastronomiche; basti pensare che qui, nella frazione di Ticciano, è nato lo Chef stellato Antonino Cannavacciuolo.

Che cosa fare, quindi, per una giornata a Vico Equense? La giornata può iniziare crogiolandosi al sole sulle spiagge di Marina di Aequa o sulla spiaggia di Tordigliano, affacciata sui famosi isolotti de Li Galli, dove secondo la leggenda dimoravano le sirene. O ancora si può approfittare delle virtù benefiche delle acque delle terme di Scrajo, conosciute e apprezzate già dai Romani.

Gli amanti della storia non possono perdere una visita all’Antiquarium Silio Italico: questo museo, ospitato nel palazzo del municipio, custodisce oltre 200 reperti delle antiche civiltà di questi luoghi – Greci, Etruschi, Italici – a testimonianza di un antico insediamento qui costruito nel VII secolo a.C.

Di notte, poi, Vico prende vita e rivela il suo volto mondano tra i baretti e la movida notturna di Marina di Aequa.


RAVELLO: MUSICA, INFINITO E PACE

Questo borgo, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, è in provincia di Salerno, si trova a meno di 40 km da Sorrento ed è tra i meno conosciuti della costiera (per questo uno dei più interessanti da scoprire).

Oltre alle variopinte ceramiche artigianali, Ravello è conosciuta anche come la Città Della Musica, perché da 65 anni ospita il Ravello Festival: una kermesse internazionale di musica classica che si tiene ogni anno a luglio. Imperdibili ed emozionanti sono i concerti all’alba, sulla terrazza di Villa Rufolo a picco sul mare silenzioso.

Ma Ravello è anche gelosa e orgogliosa delle proprie tradizioni locali, come testimonia il Museo del Corallo, e del suo patrimonio religioso e architettonico. Da non perdere una visita a Villa Rufolo, che stregò anche il musicista Richard Wagner, e al Duomo di Ravello, una delle ex cattedrali più antiche d’Italia poiché risale al 1086. Da concedersi anche una sosta sulla “Terrazza dell’Infinitodi Villa Cimbrone: un punto di osservazione privilegiato a 400 m sul livello del mare, in cui perdersi davanti all’orizzonte che davvero sembra non finire mai.


NERANO: IL BLU E LA QUIETE

Nerano è il paradiso del mare, della cucina genuina e della quiete. Questo caratteristico borgo poco frequentato si trova sull’estrema punta della costiera e si raggiunge in barca o in auto da Sorrento e da Napoli.

La sua spiaggia principale, la baia di Nerano, è sassosa e affacciata su acque limpide e fresche che spaziano dal turchese al blu oltremare. Oltre agli stabilimenti attrezzati offre anche ampi tratti di spiagge libere dove potersi rilassare e godere degli splendidi panorami.

Nei ristoranti che si specchiano sul mare è possibile assaggiare gli originali spaghetti alla Nerano con zucchine, parmigiano e provolone del Monaco davvero imperdibili.

Per i più avventurosi merita una visita la Baia di Ieranto: un sentiero che parte dal centro del paese in 2 km porta in una baia protetta e affacciata direttamente sui Faraglioni di Capri.


SANT’AGATA SUI DUE GOLFI: SOSPESA TRA MARE E MONTI

Per scoprire l’anima silenziosa e montana della costiera sorrentina, si consiglia una visita al borgo di S. Agata sui Due Golfi. La località prende il nome dal fatto che è affacciata sui golfi di Salerno e Napoli: dal Monastero del Deserto, infatti, a quasi 400 m sul livello del mare, si può ammirare un magnifico panorama sulla penisola sorrentina, il Vesuvio, le Isole Flegree – Ischia e Procida – e Capri.

Il centro del paese è dominato dalla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, che custodisce all’interno un altare del 1600 con intarsi di madreperla e marmo.

Sant’Agata sui Due Golfi merita una visita anche per le squisitezze culinarie. I più golosi potranno visitare i caseifici della zona per assaggiare i latticini dei Monti Lattari, che devono il nome proprio alla lunga e pregiata tradizione casearia di queste zone.


Vista di Procida dall'alto

VISITARE PROCIDA: COSA VEDERE IN UNA GIORNATA

laqua

Vista di Procida dall'alto

Procida, Capitale italiana della Cultura 2022

È la più piccola isola del Golfo di Napoli e probabilmente anche la meno conosciuta rispetto alle più ambite mete turistiche di Ischia e Capri: Procida è una perla autentica dell’arcipelago campano, un luogo incantevole che custodisce gelosamente la propria identità e le proprie tradizioni, lontano dai classici itinerari e facilmente visitabile a piedi in una sola giornata.

Ma non solo, Procida è anche la Capitale italiana della Cultura 2022, la prima isola ad aggiudicarsi quest’ambita nomina.

Grazie ai suoi 44 progetti culturali, 330 giorni di programmazione, 240 artisti e 40 opere originali, nel corso di tutto il 2022 Procida diventa meta ideale per immergersi nelle sue bellezze naturali e riscoprire le tradizioni secolari di una comunità essa stessa patrimonio culturale dell’isola.

 

L’isola dai mille colori

Facilmente raggiungibile via traghetto sia da Sorrento (ma solo nel periodo estivo) che da Napoli, Procida cattura l’attenzione sin dal primo momento in cui si sbarca al porto di Marina Grande. Tante piccole casette colorate affacciate su un mare cristallino vi daranno il benvenuto all’interno di un vero e proprio dipinto a cielo aperto. Un’accoglienza dai mille colori avvolgenti, che vi faranno venir voglia di partire alla scoperta dell’isolotto e di perdervi tra i tanti antichi vicoletti che impreziosiscono questo piccolo angolo di paradiso.

Cuore pulsante di Procida, Marina Grande è il centro commerciale e turistico, ricco di locali, bar e ristoranti dove assaporare la tipica cucina locale e dedicarvi allo shopping lungo la più famosa Via Roma.

 

Terra Murata e Palazzo D’Avalos

Attraverso varchi originali e vicoletti impreziositi da un meraviglioso panorama a picco sul mare potrete incamminarvi verso Terra Murata, un antico borgo medievale circondato da mura erette nel XVI secolo per proteggere la popolazione dagli attacchi via nave. Qui si snoda il centro storico di Procida, con una passeggiata di pochi minuti in salita potrete raggiungere l’Abbazia di San Michele Arcangelo ed il Palazzo D’Avalos, imponente struttura visibile anche da terraferma e famosa perché fino al 1988 ospitava un penitenziario.

 

La Corricella: il borgo dei pescatori

La vostra visita giornaliera non può non includere un giro per il borgo marinaro più antico di Procida, Marina della Corricella, celebre per essere stato scelto da Massimo Troisi come set cinematografico per “Il Postino”.

Affacciato sul mare azzurro dello splendido Golfo di Napoli, il borgo vi regalerà passeggiate in totale relax alla scoperta delle famose casette dei pescatori dai colori pastello e caratterizzate dai tipici “Vefi”, ossia i particolarissimi balconi coperti di archi di origine araba.

Se amate il silenzio e vi piace circondarvi solo di pura quiete al profumo di mare questo è l’angolo di isola perfetto per voi. E non dimenticatevi di fermarvi per una cenetta a base di pesce fresco in uno dei pochi ristorantini presenti in zona: è praticamente d’obbligo!

 

Le spiagge da non perdere

Non potevamo dimenticarci di citare, ovviamente, le meravigliose spiagge di Procida dalla sabbia fina, rese famose dall’iconico film “Il talento di Mr Ripley” del 1999 con protagonisti Matt Damon e Jude Law. Perché Procida, prima di ogni cosa, è mare.

L’isola è davvero ricca di tante spiaggette, quasi tutte accessibili, piccole baie e insenature che saranno perfette per le vostre escursioni alla scoperta del territorio.

Tra le più famose sul versante occidentale si trovano la celebre spiaggia Pozzo Vecchio, caratterizzata da sabbia scura di origine vulcanica, e le spiagge di Ciraccio e della Chiaiolella. Quest’ultima è la più grande e frequentata di Procida, adatta a famiglie con bambini e a tutti coloro che desiderano godersi un giro in barca per andare in esplorazione di cale e grotte visibili soltanto dal mare. Ma soprattutto è la spiaggia ideale per chi ama immergersi tra i colori caldi di uno dei tramonti più spettacolari di tutta l’isola.


Ragazza che mangia sul Golfo di Sorrento

SORRENTO E LA PENISOLA SORRENTINA: CHE COSA MANGIARE E I PIATTI TIPICI

Cosa si mangia a Sorrento e in penisola sorrentina

Sapori di mare e di terra, tradizioni uniche, il meglio della cucina mediterranea e piatti famosi in tutto il mondo. Stiamo parlando della cucina di Sorrento e dintorni, profumata, gustosa, ma anche delicata e robusta in base agli ingredienti. Questo perché il lembo di costa della penisola sorrentina è stretto tra i Monti Lattari, dove si produce l’ottimo fiordilatte e il Provolone del Monaco DOP, e il mare, che regala pesce, crostacei e frutti di mare cucinati e serviti in mille modi diversi.

È difficile indicare un unico piatto protagonista delle tavole sorrentine, ma basti pensare che questa è una terra di grandi sapori e talenti, come testimoniano l’arte pasticcera di Sal De Riso e soprattutto la fama dello chef stellato Antonino Cannavacciuolo, che è nato proprio qui, nella suggestiva Ticciano, una piccola frazione di Vico Equense, a 7 km da Sorrento.

Ragazza che mangia sul Golfo di Sorrento

Alici, totani, seppie, polpo e frutti di mare: la freschezza in tavola

Pezzogna all’acqua pazza, impepata di cozze, seppioline ripiene: tre ricette tipiche, soltanto per citarne alcune. Ma la cucina sorrentina è un vero e proprio trionfo di mare, dagli antipasti, ai primi ai secondi, con materie prime sempre freschissime e un tocco speciale, dato di volta in volta dai profumati limoni di Sorrento, dai pomodori, dall’olio di oliva DOP.

Il pesce che arriva tutti i giorni sulle tavole si serve alla griglia, marinato, fritto, e i carnosi frutti di mare diventano primo piatto con gli spaghetti, o delizioso “sfizio”, in sauté con aglio, olio, prezzemolo e una generosa manciata di peperoncino.

Protagonista della cucina sorrentina è poi il polpo, e in particolare i polpetti affogati: si lasciano lessare per due ore in un tegame di terracotta con i pomodori e si servono con prezzemolo tritato, ancora fumanti.

Una curiosità: il merluzzo locale, da mangiare lesso con un po’ di succo di limone, sale e prezzemolo fresco, è di qualità superiore rispetto a quello dell’Atlantico perché è completamente privo di grassi.


Le delizie di carne

Le zone interne di Sorrento e dei paesi limitrofi sono rinomate per la carne di maiale: da provare le salsicce con contorno di friarielli, i broccoli amarognoli tipici della pianura campana, e gli antipasti a base di salumi locali. Da assaggiare anche il filetto alla brace e la carne di capra.


Verdure e frutta a km 0 e tante eccellenze

Il principe della cucina sorrentina è il pomodoro di Sorrento: coltivato in tutta la zona, è grosso e tondeggiante, dal sapore molto delicato, e costituisce, insieme al fiordilatte di Agerola e al basilico, la famosa insalata caprese.

Il fertile suolo, l’aria mite e le coltivazioni a terrazzamenti regalano anche saporite melanzane, peperoni, e zucchine; queste ultime sono protagoniste di uno dei primi piatti più famosi: i cremosi spaghetti con le zucchine, insaporiti da caciocavallo in scaglie.

E che dire delle noci di Sorrento, dal gheriglio bianco e croccante e dalla buccia sottile? Sono una vera specialità. Provatele nel Nocino, il liquore tipico, o negli spaghetti con le noci, insaporiti anche da aglio e acciughe.

Il condimento immancabile delle cene sorrentine è poi l’olio d’oliva DOP di Sorrento. Fruttato, e dai riflessi verdognoli, questo olio è ottenuto con olive raccolte a mano negli oliveti che punteggiano la penisola sorrentina.

Per finire i famosissimi e profumatissimi limoni di Sorrento, vero simbolo di questa splendida terra. Apprezzati in tutto il mondo, sono grandi e succosi ed oltre a dare personalità ad ogni piatto, si possono apprezzare anche in insalata con olio e sale.